venerdì 6 novembre 2015

Duecento terroristi dell'ISIS uccisi intorno a Deir Ezzour da lunedì a oggi!

"Voglio farvi una domanda, quando arrivate a Deir Ezzour vedete per caso dei cartelli che dicono DEPOSITO DI TAKFIRI MORTI?"

Chiedendo tante scuse a Quentin Tarantino, qualcuno dovrebbe proprio mettere dei cartelli "DEPOSITO DI TAKFIRI MORTI" attorno a Deir Ezzour perché in oltre due anni di continui e inutili attacchi contro questa città é esattamente questo che é diventata!

Nella giornata di ieri un ennesimo debole e poco convinto attacco dell'ISIS contro le posizioni difensive siriane intorno all'Aeroporto si é trasformato nella terza sanguinosa rotta della settimana, coi terroristi del 'Daash' che sono stati inseguiti, incalzati e bombardati durante la ritirata non solo dal tiro delle artiglierie siriane, sempre più precise grazie alla ricognizione aerea russa, ma anche dai Su-24 di Putin che sono intervenuti immediatamente ad appesantire il bilancio delle perdite takfire.

Cogliendo l'occasione per infliggere ulteriori danni ai malconci ranghi dei terroristi, subito dopo la 137esima Brigata della 17esima Divisione siriana ha lanciato un contrattacco oltre i terreni agricoli della cosiddetta "fattoria delle patate".

Fonti del comando della 104esima Brigata Parà rivelano che solo in questa settimana almeno 200 terroristi dell'ISIS sono morti a Deir Ezzour e dintorni.

11 commenti:

  1. pensare che tutti questi giovani potrebbero contribuire alla rinascita della Siria invece di combattere ( e morire) per seguire le balle raccontate dalla propaganda del Califfo e del finto califfato!

    RispondiElimina
  2. Devi considerare che "il Califfato" è solo una conseguenza delle misere condizioni materiali di gran parte delle popolazioni mediorientali.
    Il clero musulmano canaglia ha buon gioco nel parassitare sulla povertà e ignoranza di costoro, esattamente come facevano i preti cattolici in Francia durante la Rivoluzione.


    Comunque pare che Ghammama a Latakia sia stata riconquistata dall'esercito.
    Attendo conferme e spero di sentire altrettanto per Morek (incredibile come sia stata ceduta senza sparare un colpo, roba da Corrida di Corrado)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo se ti riferisci alla Vandea
      non hai proprio idea di come sono andate le cose!
      Dieu Le Roi

      Elimina
    2. Ne ho proprio idea e il clero parassitario e quei bifolchi a buon diritto sono stati stato presi a calci in bocca.

      Elimina
    3. io ho letto che è caduta facilmente per un doppio attacco coordinato dall'esterno e dall'interno

      Elimina
  3. Hector Hammond6 novembre 2015 12:58

    Meglio il clero che la casta massonica che impera oggi grazie alla rivoluzione evento nefasto per l'umanità di ieri e di oggi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi hai tolto le parole di bocca
      grazie

      Elimina
    2. meglio ragionare con la propria testa

      Elimina
  4. Hector Hammond6 novembre 2015 23:59

    Prego :) !

    RispondiElimina
  5. In realtà a Marek hanno combattuto e di brutto. Perdite alte da entrambi i lati. Ma in quella zona yajsh al Fatah, è estremamente numeroso e organizzato.

    RispondiElimina
  6. A morek nessun attacco dal interno. La città è disabitata da un anno. E importante x la posizione, ma era un cumulo di macerie da tempo.

    RispondiElimina