venerdì 20 maggio 2016

L'Esercito Irakeno raggiunge la frontiera con la Giordania e conquista il varco di confine di Trabil!

In un importantissimo sviluppo della propria campagna contro l'ISIS, le forze irakene (7a Divisione dell'Esercito e Unità di Mobilitazione Popolare) sono riuscite a imporre il loro pieno controllo sul varco di confine di Trabil tra Irak e Giordania, sottraendo ai takfiri un canale preferenziale per fare entrare armi, militanti, munizioni e rifornimenti in Mesopotamia.

Trabil garantisce l'accesso alla Provincia giordana di Mafraq, che essendo principalmente desertica è praticamente impossibile da pattugliare e controllare nella sua interezza pur ammettendo che il reuccio-tascabile della Casa di Hashem ne abbia veramente voglia.

L'avanzata irakena su Trabil è stata resa possibile dalla recente conquista di Rutbah; adesso le forze di Bagdad potranno concentrarsi sul raggiungere e mettere al sicuro anche il varco di Al-Qaim, che conduce in Siria e che rimane ancora in mano agli estremisti del 'califfato'.

8 commenti:

  1. una sbirciatina su GOOGLE MAPS e si vede chiaramente che chiudendo questo valico si stronca l'arrivo delle armi provenienti dall'Arabia Saudita e dirette a Palmira chiudendo , di fatto , il valico Irak-Siria di AL- WALEED
    AB

    RispondiElimina
  2. Questa è la migliore risposta a chi , forse perché pagato per farlo , viene su questo sito ad esaltare , con un tempismo MOOOLTO sospetto , i marginali e provvisori successi takfiri , mentre l'ISIS dilapida risorse sia animali ( non vorrete chiamare "UMANI"delle "PANEGANE !)che materiali in sterili attacchi contro posizioni fortificate nel tentativo di distogliere forze dagli attacchi principali ,irakeni e siriani continuano , metodicamente , ad occupare posizioni strategiche che permetteranno loro di isolare i takfiri in aree desertiche dove li lasceranno a MORIRE DI SETE!
    AB

    RispondiElimina
  3. Un'altra incredibile notizia!

    RispondiElimina
  4. Si evince un coordinamento fra le forze Irak e Syria

    RispondiElimina
  5. Ottima notizia ...ora finalmente da quella parte sarà più difficile fare passare ratti e porcilaie simile ...me ora la Giordania potrebbe essere controllata meglio e non prendere in giro ...mese passa qualcuno ora si vedrebbe subito ... Alp Arslan

    RispondiElimina
  6. dubito che i Giordani abbiano una forza militare valida per contrastare i terroristi,dopo i bla bla successivi alla barbara uccisione del loro pilota, non ho più letto qualche notizia di reazione militare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo sito alcuni mesi fa si è letto di uno scontro a fuoco tra militari Giordani e takfiri.

      Stando al sito pro ribelli syriadirect da circa sei mesi non passa più nulla dalla giordania, ne soldi ne armi.

      Ricordo che nel processo di pace siriano la giordania ha un ruolo chiave, ossia identificare i gruppi di tipo terroristico da escludere da ogni trattativa.

      On

      Elimina