lunedì 12 dicembre 2016

ECCEZIONALE IMMAGINE da Aleppo: basta un solo VERO UOMO per tenere a bada dozzine di BESTIE takfire!


I surrender to your heart babe
Do anything that you want me to do
Please be tender I'm in your hands girl
This is a feeling I never knew
You know I tried to make it on my own
That's not the way it was meant to be
Spend my time waiting by the phone
Oh darling come back to me

I surrender, I surrender
I'm giving up the role of pretender
Oh be tender, girl be tender
Can't you feel the love that I send you
I surrender.

I remember, seems like a lifetime
Can't believe it's a matter of days
Since you left me I'm near to heartbreak
I want you so bad don't turn away
What does it take to stay by my side
You know I'll do what you want me to
Don't take away this feeling inside
I'm still in love with you

I surrender, I surrender
I'm giving up the role of pretender
I remember, I remember
Can't you feel the love that I send you
I surrender.

I surrender, I surrender
Darling now won't you be tender
Surrender, oh surrender
Feel the love that I send you
I surrender.

5 commenti:

  1. Aleppo è in festa, Aleppo è stata liberata:
    https://www.youtube.com/watch?v=l59uC4tQKgs
    https://twitter.com/IvanSidorenko1/status/808397595072729088

    RispondiElimina
  2. Oggi si é giù di morale "da queste parti". Ragazzi, su con la vita, la parentesi di Palmira sarà la tomba di 4000 ratti, anche ad Aleppo i subumani avevano avuto qualche pomeriggio di gloria ...

    RispondiElimina
  3. Aleppo è libera!! Manca la conferma dal governo centrale ma sembra realmente finita!!

    RispondiElimina
  4. Il nostro amico ha vinto la scommessa! viva la resistenza ..per far passare la notizia in secondo piano, hanno drogato 5000 falliti per Palmira i sionisti (nato) .

    RispondiElimina
  5. Gioiamo tutti fratelli, Viva la Siria Libera, Viva Hassad, Viva la Resistenza. Schiacciamo la testa del serpente, morte ai subumani e ai loro mandanti. Onorato il sangue versato dai nostri fratelli siriani nel nome della civiltà umana. Grazie Siria!

    RispondiElimina