lunedì 30 luglio 2018

Approssimativamente quanti soldati restano all'Esercito Arabo Siriano? E quanti alle forze alleate e ausiliarie?

Spesso sottolineo la necessità e l’utilità del feedback dei lettori per dare alle mie piattaforme-web più potere attrattivo e informativo.



L'interessante richiesta di un lettore mi ha portato a registrare un commento di diversi minuti in cui fornisco i dati più realistici e aggiornati sulla consistenza numerica dell'Esercito Arabo Siriano e delle sue forze ausiliarie ed alleate.

9 commenti:

  1. Vediamo di riassumere la prima parte, per chi non ha tempo di ascoltare la registrazione di Kahani:
    Posto che la cifra numerica effettiva non è nota con precisione, si possono presumere:
    Non più di 30 mila unità per l’esercito arabo siriano (forze di terra). Se vi si aggiungono le forze ausiliarie, l’aviazione e la marina non dovrebbero esserci più di 70-80 mila uomini per le tre armi.
    A parte la Guardia Repubblicana, la Quarta divisione meccanizzata, la Forza Tigre e il Quinto corpo ausiliario (costruito con l’aiuto russo) non ci sono grandi unità complesse ancora attive in Siria. Le divisioni, che c’erano prima, si sono compattate intorno alle loro brigate, organizzate come unità autonome.
    Subito dopo c’è la Forza di difesa nazionale, che esiste dal 2013 e ha circa 100 mila uomini. Sono forze che principalmente presidiano e pattugliano la propria area territoriale di provenienza. Fondate su suggerimento dei consiglieri iraniani, hanno avuto un grande successo.
    Poi vi sono forze di circa 5 mila uomini sottoposte alle direttive dei servizi segreti. Sono molto importanti; perché hanno capacità particolari e sono impiegate in azioni speciali.
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima sintesi del primo segmento audio...riesci a farne una anche del secondo? ;-))

      Elimina
  2. Ecco qua: seconda parte.
    Dopo le forze armate regolari, la Forza di difesa nazionale e i corpi speciali dei servizi segreti, abbiamo le Milizie tribali. Non sono una forza grandissima (si potrà parlare, forse, di 10 mila uomini) ma però in momento di emergenza possono aumentare i loro ranghi, forse raddoppiarli e hanno dato in certi casi un aiuto importante.
    Seguono le “forze minori” come, per esempio, le Brigate del partito Baath, che sono state particolarmente efficaci nella provincia di Latakia e ad Aleppo. Adesso sono diminuite, anche perché molti sono passati alla Forza di difesa nazionale. Sono attualmente forse 5-6 mila uomini.
    Vi è poi la Brigata Gerusalemme (Liwa Al-Quds) formata da Palestinesi, 6-8 mila uomini, forse.
    Le milizie Druse (effettivi non indicati da Kahani, ma probabilmente si ingrandiranno dopo i recenti attentati).
    Le Aquile della Zawbaa (del vortice), del Partito socialista della nazione siriana. Stanno particolarmente a cuore al nostro apprezzato Redattore e sono composte da 7-8 mila uomini.
    Infine gli ausiliari stranieri, i Libanesi (cifra non indicata), la Firqa Fatamyoun (composta da volontari afghani e iraniani) 10-12 mila uomini con istruttori e ufficiali iraniani, Hezbollah circa 8 mila uomini, le Hashd al shaabi, vale a dire le milizie popolari irachene di circa 10 mila uomini, e gruppi minori, quale la Guardia nazionale araba (Nasserista) composta da volontari egiziani, libici, algerini, tunisini, ecc., e infine (last but not least) gli Iraniani, forse 2 mila osservatori e consiglieri.
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo!!
      Una nota, quando dicevo i Libanesi intendevo che una parte delle Nusur al-Zawbaa sono Libanesi, ma non ne so la percentuale e sono da considerarsi inclusi nei 7-8mila uomini che conta in totale quella milizia.

      Elimina
  3. Prima dell' invasione l'esercito non contava 400000 unità? Al netto di morti, feriti, diserzione non sarebbero dovute essercene almeno 200000?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 400000 unità era una cifra da 'mobilitazione totale'.

      Elimina
  4. Grazie, ti avevo posto io la domanda e sei stato assolutamente esaustivo!

    RispondiElimina
  5. In definitiva, sono forze assi modeste, numericamente; adesso capisco meglio il tentativo anglo-sionista-wahabbita di rovesciare il presidente Assad, inviando decine di migliaia di fanatici, pensavo che il colpo fosse in sostanza assai facile e redditizio.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che nel 2015 a una conferenza quando dissi che in Siria c'erano circa (allora) 250.000 militari e miliziani che affrontavano un numero quasi uguale (e forse di poco superiore) di terroristi molti ascoltatori si mostrarono scettici, eppure erano le cifre che avevo.
      Per strappare Idlib ai Siriani i Sauditi e i Turchi fecero entrare 50000 takfiri nel Nord della Siria in poche settimane.

      Elimina