sabato 6 febbraio 2016

I bombardamenti russi su Ar-Rastan causano una fuga in massa di terroristi minacciati dai loro ex-complici!

Diverse dozzine di cittadini siriani che si erano uniti alle bande terroriste del cosiddetto "FSA" sono fuggiti nel corso delle ultime 72 ore dalle loro posizioni e dai loro nascondigli nei dintorni di Ar-Rastan, la cittadina sulle rive del fiume Oronte, per consegnarsi alle forze governative (47esima Brigata dell'11esima Divisione) che la stringono sempre più da presso.

La loro fuga é stata causata dall'intensificarsi della campagna di bombardamento dell'Aviazione Russa sulla loro zona e dalle continue e costanti minacce di orribili rappresaglie nei loro confronti da parte di formazioni wahabite più fanatiche (Al Nusra, Ahrar Sham), ieri "alleate" dell'FSA ma oggi preoccupate che i suoi componenti di cittadinanza siriana possano decidere di arrendersi senza combattere di fronte ai loro compatrioti rimasti fedeli al Governo legittimo.

Tra tanta incudine e tale martello i traditori dell'FSA hanno deciso di abbandonare le loro posizioni in massa, consegnandosi ai regolari e chiedendo di poter accedere al programma di riabilitazione politica per i terroristi non macchiatisi di atrocità.


 

23 commenti:

  1. riabilitazione politica? cioè spostare a vita montagne di sabbia col cucchiaino oppure fare i lavori "socialmente utili" in Siberia per zio Vlad?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Truppe d'assalto contro l'ISIS... Con qualche "commissario" bahatista appena dietro!

      Elimina
    2. beh, allora non li invidio.....

      Elimina
  2. A nord di Aleppo la situazione dei tagliagole mercenari è, dunque, vicina alla rotta completa? Si ha un'idea di quanti sono, in quell'area?

    Grazie

    Orso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È probabile che la Giunta Erdogan-Davoutoglu stia studiando nella disperazione un contro attacco
      Lex

      Elimina
    2. se ricordo bene Putin diceva qualcosa tipo "Spero di riuscire a terminare questa guerra senza dover usare armi atomiche"...
      Mi pare che Kerry non riuscirà a "convincere" la Russia a tradire la Siria!

      Elimina
    3. Kerry è già d'accordo con i Russi per la sistemazione della Siria dopo Assad..d'altra parte cosa poteva fare? Le pedine migliori sono in mano di Putin!I Russi giocano a scacchi fino da piccoli: sono difficili da battere!

      Elimina
    4. dai è evidente a tutti che USA e Russia di fatto collaborano sulla Siria fin dalla'intervento russo

      il bambino isis è sfuggito di mano e non resta che un unico modo di terminare la discussione ... i pareri di tutti gli altri diventano ininfluenti

      Elimina
  3. Risposte
    1. Potrebbero studiare come l'anno scorso un contro attacco. Ti ricordo che in un solo giorno hanno fatto passare il confine a migliaia di mercenari verso Azaz e quindi verso Rityan. L' anno scorso l offensiva governativa per spezzare l assedio su Zara e Nubbul era fallita all ultimo per l intervento turco
      Lex

      Elimina
    2. l'anno scorso non c'era l'aviazione russa e neanche gli hezbollah.... ti pare poco?

      Elimina
    3. Allo stesso tempo non bisogna mai sottovalutare il nemico. Anche esso potrebbe avere un asso nella manica. Speriamo in bene Giovanni...
      Lex

      Elimina
  4. E' comunque una bella notizia, aumenta ancora di più la diffidenza nelle loro file e speriamo si ammazzino tra loro un ancor di più e non pensino ad altro.
    GianLu

    RispondiElimina
  5. sporchi giuda cambiacasacche, mi rammarica che il governo siriano si trovi costretto, dalle circostanze e dal tempo che stringe, a concedere l'amnistia a quegli assassini sadici che si meriterebbero solo i vecchi buoni metodi da NKVD :
    "Si ignora la data esatta della loro morte, non ci sono ultime parole, nè cadavere, neanche una tomba. Solo il vuoto. Il nemico è stato interamente distrutto"

    RispondiElimina
  6. https://twitter.com/syria24english/status/695930830879764481

    RispondiElimina
  7. I turcomanni NON DEVONO AVERE CITTADINANZA SIRIANA e pertanto non vanno ammazzati ma rispediti in turchia così devono anche mantenerli.
    I turchi non FARANNO NESSUN ATTACCO DI TERRA perché sono i tipici CONIGLI MANNARI che hanno una fifa boia dei Russi che sono un BRICIOLINO CONTRARIATI.
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non riesco a capire se il tuo comportamento è più simile a quello di Hitler od a quello di Stalin (con i tedeschi del don)

      Elimina
    2. Sei offensivo in massimo grado, il Piccolo Padre ha fatto benissimo a prendersela con i tedeschi del Don, cosa doveva fare? Consegnare le chiavi del Cremlino al tuo amico Hitler?
      E poi i turcomanni hanno dimostrato di essere una quinta colonna turca per cui in qualche modo vanno messi in condizione di non nuocere, spedirli nel merdaio turco è ancora un atto umanitario ma c'è sempre se non basta la soluzione in stile NKVD.
      Tralasciando che fanno da base ai "lupi grigi" e sparano sui piloti indifesi che si lanciano con il paracadute, i "lupi grigi" sono interessanti per la pelliccia ci si potrebbe ricavare un certo numero di colbacchi dopo averne spellati un milione.
      Ivan Demarco Orlov

      Elimina
    3. Stalin è stato fin troppo buono con i tedeschi del Don, sporchi seguaci del nazi-generale Bandera. Li ha puniti troppo poco ed ora nel Donbass vi sono le conseguenze: gli eredi di quella satanica tradizione nazista mascherandosi dietro ad uno pseudo nazionalismo nei vari battaglioni (Azov,Dniepr...) hanno commesso non pochi crimini contro la popolazione russofona.Crepi Poroshenko e i suoi soci Turchinov e Timošcenko che hanno venduto l'Ucraina all impero e l hanno distrutta
      Lex

      Elimina
  8. Diciamo che ormai le risorse economiche stanno scoraggiando i tagliagole a restare sul campo e morire. Sino in rotta ma non bisogna lasciargli scampo. La serpe si schiaccia sulla testa sennò non muore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si,ma leggo che la testa della serpe sta scappando in Libia!Non si deve lasciarla scappare!

      Elimina
    2. tranquillo le truppe speciali europee stanno già operando in Libia senza avviso.

      il capo che organizzava gli sbarchi è stato eliminato alcuni mesi fa ... e tutte le indiscrezioni portano in Italia

      la missione ONU prossima futura ha già individuato le truppe ed il generale che le comanderà (serra, un italiano)


      Elimina
  9. Onore e gloria al grande Stalin !

    RispondiElimina