domenica 10 luglio 2016

Attacchi aerei russi decimano i terroristi a Nord di Aleppo e prevengono loro contrattacchi!

Per tutta la serata e la notte di ieri si sono susseguiti continui bombardamenti aerei russi contro le posizioni terroristiche a Nord di Aleppo, specialmente contro le zone di Kafr Hamra, Hreitan e Kafr al-Angliz. I jet di Putin, dotati di sofisticati sensori ognitempo non hanno problemi a continuare a operare anche durante le ore notturne.
Le ingenti perdite causate ai gruppi takfiri di Jaysh Fateh hanno prevenuto la preparazione di qualunque tentativo di contrattacco coordinato contro le linee dell'Esercito Siriano che continua a presidiare e interrompere l'arteria di rifornimento di Al-Kastillo, isolando i militanti presenti nel centro di Aleppo.

Molti bombardamenti sono stati registrati proprio sulla strada che collega Hreitan con le fattorie di Al-Mallah, anch'esse completamente occupate dalle forze d'elite siriane, in particolare dagli uomini del Generale Souhail Hassan.

8 commenti:

  1. se la strada è chiusa i sub-umani dell'isis non possono neanche scappare, oh! che peccato...

    RispondiElimina
  2. Ho letto nel sito fronte eu per la Syria, che stavano arrivando 40.000 tackfiri ad Aleppo per un contrattacco? Bo? Mi sembrano cifre enormi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito che esistano 40.000 takfiri tra Aleppo e Idlib.

      Elimina
  3. prima si sbrigano ad eliminarli tutti meglio è, gente che ha spregio per la vita altrui non merita nessuna pietà

    RispondiElimina
  4. Qui di Isi neanche l' ombra : quanti sono quelli entrati dalla TURCHIA lo sa solo Dio !!! E la Cia !!!

    RispondiElimina
  5. la Cia fa bla bla e non ne capisce nulla!

    RispondiElimina
  6. L'allegato la racconta diversa.
    http://andreacarancini.blogspot.it/

    RispondiElimina