giovedì 28 luglio 2016

La Russia aiuta la Cina ad affermare la sua sovranità nel Mar Cinese Meridionale con una prossima esercitazione congiunta!

Questo articolo é stato originariamente scritto dal vostro amabile caporedattore per gli amici del quotidiano online L'Opinione Pubblica, che ha la pazienza di sopportare i miei scritti, che trovate indicizzati a questa pagina.
Per la disperazione di cialtroni geopolitici a stelle e strisce come Brezinski e Luttwak i rapporti tra Mosca e Beijing sono sempre più improntati a fratellanza e solidarietà, come testimoniato sia dalle numerose occasioni in cui le capitali dei due grandi stati eurasiatici si sono mosse di concerto nell'arena internazionale sia dal recente annuncio che dimostra come Mosca, lungi dall'abbandonare l'alleato a confrontarsi coi tentativi americani di presentarlo come una "minaccia" per i paesi limitrofi, sia più che pronto ad aiutarlo nell'asserire la sua giusta aspirazione a una piena sovranità sulle isole del Mar Cinese Meridionale, storicamente e geograficamente parte della Cina.

Il Ministero della Difesa della Repubblica Popolare ha dichiarato che a settembre le flotte cinese e russa compiranno "una significativa esercitazione aeronavale congiunta" nel Mar Cinese Meridionale.

Lo scorso agosto le due marine avevano cooperato in un'esercitazione nel Golfo di Pietro il Grande a Sud di Vladivostok impiegando 22 unità di superficie, una ventina di mezzi aerei e varie centinaia di truppe da sbarco.

A maggio 2015, invece era toccato al Mar Nero e al Mediterraneo ospitare le forze navali congiunte di Mosca e Beijing in quella che é stata l'esercitazione più distante dalle acque territoriali cinesi finora effettuata da unità della Marina di Liberazione Popolare.

4 commenti:

  1. Qualcuno si mangerà il cappello ed al polaccastro Brezinski verrà un attacco di fegato.
    Ivan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari... così si toglie dai coglioni una volta per tutte, stò massone infame.

      Elimina
  2. Slava Katéchon !!!

    RispondiElimina
  3. Stupida europa che allontana da se una nazione come la russia che sarebbe il nostro alleato naturale. I cinesi sono uguali agli usa, stessa politica di "mercato" dove tre hanno tutto e quelli sotto a servire i capoccia. L'italia e' sempre piu' cinese, se la stanno comprando un pezzo alla volta nell'indifferenza e silenzio generale. Fatevi un giro in un qualsiasi mercato, stanno da anni comprando fabbriche e ora passano al calcio. L'avvicinarsi di russia e cina per loro e' positivo per noi e' una disgrazia di proporzioni bibliche.

    RispondiElimina