domenica 30 ottobre 2016

L'Esercito Siriano in un solo balzo avanza a Nord di Sheik Najjar e respinge indietro l'ISIS di...QUATTORDICI CHILOMETRI!

Mentre le odalische giuliettochiesiste e altri catastrofisti assortiti erano armati di doppio decimetro per calcolare con precisione le micro-avanzate dei loro inarrestabili eroi takfiri a Nord di Aleppo l'Esercito Arabo Siriano ha deciso di dare una dimostrazione pratica di cosa sia una VERA AVANZATA.

In poche ore cadevano davanti alle colonne siriane le località di Tel Shair, la Fabbrica di Cemento, la Scuola di Fanteria,  Safin, Muslimiyah, Kafr Qaris e Tel Sussin, mentre i terroristi dell'ISIS si ritiravano precipitosamente sotto un uragano di fuoco preparatorio lasciando in mano ai siriani rifugi e arsenali praticamente intonsi.



Pare che l'avanzata totale delle forze siriane ammonti a qualcosa come 14 Km, un ritmo mozzafiato che dimostra che differenza esista tra una OFFENSIVA VITTORIOSA e le battaglie di logoramento indegne della Prima Guerra Mondiale che sono il massimo che la 'mens militaris' terrorista riesca a produrre.


27 commenti:

  1. Micro-avanzate o meno : è vero che i russi non sono intervenuti ? Diego.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono intervenuti a Ovest di Aleppo, radendo al suolo le colonne e i punti di raccolta e di rifornimento dei terroristi, fermandone l'avanzata.
      Quando Putin ha affermato che non avrebbe ripreso i bombardamenti ad Aleppo, a meno che non fosse necessario, si riferiva alla parte Est della città, ovvero alla "sacca" dove stanno proseguendo con le operazioni di evacuazione dei feriti e dei civili.

      Elimina
    2. Grazie. Diego.

      Elimina
  2. Se non ci sono civili nelle vicinanze quelli edifici andrebbero rasi al suolo con un bombardamento, e i soldati siriani dovrebbero usare i lanciafiamme per stanare i ratti,o i lancia razzi, basta con i confetti di piombo, richiedono troppo impegno per prendere la mira e molti spari sono a vuoto, un ratto che spara da una finestra? Cinque razzi sul palazzo e senza perdere tempo con le metragliate sui muri, ma comunque credo che ormai i siriani dopo tutti questi anni hanno la giusta esperienza

    RispondiElimina
  3. Con le vittorie siriane temo che gli americani sono al piano C e non più B, trovato suicidato il generale americano John Rossi della difesa missilistica, il piano C è iniziato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sa che se vanno avanti i combattimenti - a furia di dare nomi di lettere ai loro piani - agli ameriCANI non basterà l'intero alfabeto latino ma DOVRANNO PASSARE ai fogli di calcolo di Excel: dopo la lettera Z si comincia con la casella AA poi AB......ecc ecc

      ahahahahahah!!!!

      Elimina
    2. Dopo la starge dell'11 settembre (inside job) i criminali al potere in america non hanno problemi ad eliminare i loro coglionelli dell'esercito

      Elimina
  4. E poi qualcuno si risente se viene criticato il glorioso esercito siriano,
    Circa 8000 ciabattari,durante la tregua sono entrati ad aleppo,
    Grazie a chi?
    Aleppo e circondata interamente,
    E allora i casi sono 2
    1) sono invisibili
    2) reparti dell esercito li hanno fatti passare
    Non esiste una terza alternativa
    Sono arabi.
    Putin deve tenere molto alla Siria x andarsi ad infornare con certa gente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei risposto, sono entrati grazie alla tregua strillata dai tuoi amici americani con nuove sanzioni alla Russia giusto per fargli entrare, il gioco però sta per finire, siamo alla resa dei conti, americano

      Elimina
    2. Scusa, sono ancora io,mi sono dimenticato di darti del sionista

      Elimina
    3. Quindi tu pensi che l'esercito siriano ha fatto passare i terroristi per poi combatterli? Allora o sei coglione oppure stai rompendo i coglioni ma sempre di coglioni si tratta

      Elimina
    4. E se credete alla novella che siano stati accompagnati mano nella mano da o bananas, allora dovreste cominciare a domandarsi se i coglioni li avete e se non siate davvero dei poveri imbécille e coglioni.

      Elimina
  5. Se la Siria esce dal conflitto vittoriosa l'America è sconfitta che vuol dire per loro collasso totale, economico, sociale e altro, la domanda è come reagiranno alla disfatta? Temo il peggio

    RispondiElimina
  6. In caso di conflitto mondiale, Israele con i suoi 200 ordigni atomici, rappresenta una minaccia per la Russia, ecco spiegata la missione della portaerei russa, dal mare ci vogliono solo tre minuti per eliminare quella minaccia, e sta andando molto piano per dare il tempo agli israeliani di ragionare,visto che hanno provocato tutto questo casino, mangeremo il panettone quest'anno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si come nooo: e con che cazzo li lanciano per arrivare fino in russia? con fionda come il mitico Re Davide che sconfisse il gigante filisteo Golia?

      Elimina
    2. vorrei gentilmente ricordarti che a Latakia SAREBBERO presenti gli Iskander russi.
      quindi vuoi per gli iskander, vuoi per gli s-400, vuoi per gli s-300V4, vuoi per i missili kalibr e p-700 granit (gli ultimi missili antinave ma si vocifera in ambienti che abbiano ricevuto una modifica in funzione terra/terra) presenti sulla flotta russa in arrivo , QUALUNQUE COSA SOSPETTA si muovesse in Israele verrrebe disintegrata all'istante

      http://sakeritalia.it/medio-oriente/siria/cerchiamo-di-dare-un-senso-allunita-operativa-navale-russa-al-largo-delle-coste-siriane/

      Elimina
    3. Parliamo di sommergibili con capacità di attacco nucleare

      https://aurorasito.wordpress.com/2013/05/29/la-siria-ha-affondato-un-sottomarino-israeliano/

      La Russia non è in Siria per caso, gli israeliani in questi giorni riceveranno un altro sommergibile dalla schiava Germania.
      I sionisti stanno per provocare una guerra mondiale e i russi hanno agito di conseguenzza

      Elimina
    4. possono avere tutti i sommergibili che vogliono:

      la domanda: i loro missili sono in grado di arrivare in russia?

      dico: o sei scemo o sei strafatto di captagon anche tu:

      ala prima fiammella del motore del missile israeliano che parte israele dalle navi russe partiranno tanti dei missili che oscureranno il cielo e al cui confronto la fine di Sodoma e Gomorra da parte dell'ALTISSIMO sembrerà una "carezza" da parte del papà quando il bimbo non obbedisce...

      Elimina
    5. Leggi bene l'articolo di aurorasito e modera il linguaggio siamo dalla stessa parte contro i sionisti

      Elimina
    6. Gli israeliani sarebbero dei pazzi ad attaccare direttamente la Russia...

      Elimina
    7. giorni fa, un visitatore del blog ha riportato una notizia informale ascoltata tempo fa dal giornalista Maurizio Blondet. La notizia è questa. Durante una visita a Mosca, Netanyahu avrebbe minacciato Putin, dicendo che se la Russia avesse fornito all'Iran sistemi antimissile/antiaereo, nel cielo di Mosca sarebbe potuta apparire una nuvola a forma di "fungo". Putin avrebbe replicato che la Russia può ridurre lo stato di Israele in un posacenere in 24 ore. Quindi, lo avrebbe afferrato per un braccio e sbattuto fuori dal suo studio.

      Elimina
    8. Nety che minaccia Putin?

      stavi guardando per caso un film di stanlio e ollio mentre ti eri fatto una tirata kilometrica di MARIA?


      in 24 ore? vorrai dire in 24 minuti.

      tempo tecnico calcolato in questa maniera:

      viene dato l'ordine di lancio, i responsabili si fanno una bella doccia fredda per tornare in qua dallo "shock della notizia"; il comandante ripeta l'ordine di lancio; igli addetti al lancio rispondano: "ah, allora ho capito bene" inizi le procedure di lancio, parta un SS-18 e dopo neanche mezz'ora: CUCU': ISRAELE NON C'E' PIU'

      dopo si che il muro del pianto sarà AFFOLLATISSIMO non solo il SABATO

      Elimina
    9. Bene, ringraziamo per le battute, parlando invece seriamente nel video di aurora sito si parla di un ordigno atomico di bassa potenza detonato in Siria, è chiaro nessuno è pazzo per tirare la prima bomba atomica contro chi ha le bombe atomiche, gli americani però cercano di intimorire i russi con lo scudo missilistico ecc.. ma giocano sul filo del rasoio e l'incidente è in aguato, e forse anche dei pazzi al potere in America che pensano seriamente alla strategia del first strike e forse per questo sono baldanzosi

      Elimina
    10. A Paoloribalko, 1620
      Maurizio Blondet e' troppo intelligente per raccontare simili idiozie!
      In piu' nessuno puo' conoscere quello che i due statisti hanno discusso! Caro Paolo, lei e' ancora giovane e fortunatamente con un cervello ancora non corrotto o intaccato dai denti affilati di TOPO MENZOGNA.

      Elimina
  7. Grande manovra, così hanno rinforzato adeguatamente quel fianco nord verso cui si sarebbero diretti orde di subumani spinti dall'offensiva turka, offensiva che detto per inciso non si avvale più dell'aviazione, interdetta dalle minacce di abbattimento portata dall'Esercito Syriano che non tollererà che alcun aereo turko si avvicini alla città, son già diversi giorni che gli aerei turki stanno girando alla larga.

    RispondiElimina
  8. Qualcuno ha modo di linkare articolo dove Giulietto Chiesa o qualche suo "seguace" avrebbe inneggiato alle avanzate del Daesh? Se non siete in grado di farlo, smettetela con questo ritornello

    RispondiElimina

  9. https://www.almasdarnews.com/article/syrian-army-obliterates-faylaq-al-rahman-command-center-jobar-damascus-pictures/DAMASCUS,

    SYRIA (9:28 P.M.) - A special operation conducted by the SAA's elite Republican Guard obliterated an operation center belonging to the Muslim Brotherhood affiliated Faylaq Al-Rahman faction.

    The video of the demolition operation will reportedly be published tomorrow. Units from the Republican Guard stationed on the eastern axis of Jobar adjacent to Zamalka Bridge dug a massive tunnel south of the bridge under the region that separates Jobar district from the town of Zamalka

    where the largest militant operation room is located according to intelligence reports.

    The operation room included the following:

    The connection point between all Jobar's tunnels to Eastern Ghouta through Zamalka.
    A support and reinforcement point for the insurgents' front line positions on that axis.
    An ammunition depot containing a wide variety of weapons.
    A medical point and a protection bunker from airstrikes during intense battles.

    The aforementioned location was considered one of the more important sniping and missile launching positions on the eastern axis of the district. The point was destroyed after ensuring the presence of the maximum amount of fighters inside it.

    https://southfront.org/syrian-army-liberates-5-villages-from-isis-in-northeastern-aleppo/


    Syrian Army Liberates 5 Villages from ISIS in Northeastern Aleppo

    Last night, the Syrian army and the National Defense Forces (NDF) liberated 5 villages from the ISIS terrorist group in the northeastern countryside of Aleppo city.

    Tal Qarah, Kafr Qaris, Tal Susin, Fafin, Babinnis, Tal Shair were liberated. The army and the NDF also set control of the Infantry School in the area.

    The government forces’ advance was synchronized with operations of Kurdish forces in the same area.


    https://southfront.org/video-syrian-army-ambushes-high-ranking-nusra-commander-in-daraa/

    AlMasdarNews reports: Video footage emerged earlier today of a Syrian Army ambush of a Jabhat Fateh Al-Sham (formerly known as Nusra Front) commander in Syria’s southern Dara’a province.

    Notably, the front has become stale for the most parts following the government troops’ conquest of the strategic city of Sheikh Miskeen at the turn of the current year’s January. Ever since the, the insurgents’ launched a failed offensive after the other without any success whatsoever.

    Syria’s stale southern fronts enabled the Syrian Armed Forces to concentrate further on the nation’s heated northern fronts where a raging Battle for Aleppo is currently taking place while also further choking the rebel presence in Western and Eastern Ghoutas.

    RispondiElimina