sabato 10 febbraio 2018

EXTRA! Il pilota dell'F-16 sionista precipitato ad Harduf E' MORTO!

Abbiamo ricevuto conferma da una fonte assolutamente credibile che il pilota dell'F-16 di Tel Aviv "piccionato" dall'S-200 siriano e precipitato nella Bassa Galilea (Harduf) a Nord-Ovest di Nazaret, nella parte di Palestina Occupata dal 1948, é morto per la gravità delle ferite riportate.

Non abbiamo perso un Albert Schweitzer.

La morte del pirata dell'aria sionista é intervenuta nonostante il pronto intervento di un elicottero MEDEVAC Super Stallion che vediamo raffigurato nelle foto esclusive che ci pregiamo di potervi offrire come corredo a questo servizio.



Il foglio sionista Haaretz, sempre 'ansioso' di criticare e mettere in difficoltà Benji Netanyahoo ha titolato: "Le continue vittorie sul campo, con la riconquista della quasi totalità del territorio, hanno messo Assad in condizione di reagire con forza letale agli attacchi aerei".

7 commenti:

  1. La cosa divertente è che BeBe Netanyahoo sembra essere addirittura moderato rispetto ai falchi del mossad, questi non si rendono conto del c**o che hanno: che la provino un'escalation seria in Siria o in Libano... del loro staterello inventato rimarrebbero giusto gli acari della polvere

    RispondiElimina
  2. Una bella lezione di umiltà occorre. Ed è solo l'inizio.

    RispondiElimina
  3. ������������ Assad forever ������������

    RispondiElimina
  4. Ma non dovevano essere immortali?

    RispondiElimina
  5. Ottima notizia. MI spiace per il pilota, ma visto l'arroganza sionista è la moneta che si dovrebbero aspettare i nazi-sionisti.

    RispondiElimina
  6. Questa risposta dovrebbe fare comprendere, come sembra fare Haaretz; che il legittio governo siriano sta completando il sistema difensivo nazionale e che per le scorrerie sioniste ci sarà una risposta adeguata e miciduale.
    Se ad abbattere il veivolo sionista è stato un SS 200 vuo dire che era un missile russo e non iraniano come si è sentito dire in giro nelle TV cretine.
    Questo significa che la Russia sta supportando piano piano le difese siriane e questo non può che essere una notizia positiva.
    Le pretese guerrafondaie sioniste stanno per essere ridotte e tra un pò annullate.
    Speriamo molto presto ad una sistema che risponda i maniera micidiale e immediata a qualsiasi attacco esterno di chiccessia.
    Bryan Wallace

    RispondiElimina
  7. Sto leggendo e sorseggiando un bianco di Custoza. Che detto non riposi in pace.
    Non absolvo.

    RispondiElimina