martedì 3 maggio 2016

Grazie ai satelliti russi i jet di Assad polverizzano autocolonna dell'ISIS tra Aleppo e Khanasser!


Un nuovo grande successo della cooperazione russo-siriana si é avverato nelle scorse ore tra il Sud-Est della Provincia di Aleppo e il Nord-Est di Hama, quando, grazie a precisi rilevamenti dei satelliti ricognitori di Putin l'Aviazione Siriana é riuscita a intercettare e colpire ripetutamente con razzi, missili e bombe una lunga autocolonna dell'ISIS.


Almeno venti veicoli sono stati distrutti, tra essi numerose 'tecniche', pickup e fuoristrada equipaggiati di cannoncini e mitragliere, ma anche camion e autobotti che evidentemente servivano a trasportare rifornimenti oppure carburanti o petrolio.

Le perdite umane per il 'califfato' si aggirano attorno a "molte decine".

Il raid é stato confermato sia da fonti siriane (comando della Base Aerea di Hama), ma anche, sebbene ufficiosamente, da fonti militari russe.

5 commenti:

  1. Mi compiaccio... Un speciale ringraziamento al Signor Putin e ai suoi validi collaboratori che si occupano del coordinamento tra le truppe Russo-Siro-Iraniane. Definirei la combinazione sinergica tra satelliti ed aviazione una conseguenza dell'economia di Scala apportata dall'apparato bellico delle Forze Aereospaziali Russe. Удачи,Господин Президент !!!

    RispondiElimina
  2. Spasiba Putin!!

    RispondiElimina
  3. le guerre di oggi sono tutte realizzate utilizzando gli "occhi" dei satelliti e dei droni.Una volta (molti anni fà) usavano i dirigibili e successivamente gli aerei radar,adesso i mezzi sono più sofisticati.Però l'appoggio a terra è ancora necessario in certi casi.

    RispondiElimina
  4. le guerre di oggi sono tutte realizzate utilizzando gli "occhi" dei satelliti e dei droni.Una volta (molti anni fà) usavano i dirigibili e successivamente gli aerei radar,adesso i mezzi sono più sofisticati.Però l'appoggio a terra è ancora necessario in certi casi.

    RispondiElimina