mercoledì 1 novembre 2017

'Caratteri Liberi' l'ennesima fognetta internettiana dedica alla diffusione di panzane e fake news!

Ringraziamo l'amico Simone Malia che ci ha segnalato lo spassoso articolo di cui trattiamo qui sotto
Quando una 'fake news' (o, dicendola all'Italiana: una panzana) é troppo grossa persino per sionisti e americani, si può star sicuri che qualche gunga-din italiota sarà pronto a farla propria, con totale sprezzo del ridicolo.

E' quel che ha fatto un paio di settimane fa il sito-web di cui non forniamo un link per non garantirgli nemmeno una visita in più, da di cui vi forniamo uno spassoso screenshot.



Non sappiamo se la sig.ra o sig.na 'biffo' esista veramente, ma ci chiediamo se sa che diffondere menzogne così sesquipedali potrebbe avere delle conseguenze, anche se lei certamente si sente 'protetta' visto che lo fa al servizio dell'impero a stelle (a sei punte) e strisce.

Il delirio che si legge di seguito é veramente incredibile ed ovviamente é stato scritto da qualcuno che non ha la minima conoscenza della situazione irakena come si é sviluppata negli ultimi tre anni (da quando i Curdi, d'accordo con l'ISIS, occuparono terre, città e infrastrutture irakene che non gli erano mai appartenute in alcun modo).

Le eroiche unità di Mobilitazione Popolare Hashd al-Shaabi, sciiti, sunniti e cristiani che sono sorti come un sol uomo a sbarrare il passo ai barbuti dell'ISIS diventano "milizie iraniane".

Si parla di un 'governo centrale irakeno nelle mani dell'Iran' (guarda caso, echeggiando la bufala di Michael Weiss...ora si comincia a capire chi suggerisce alla Biffo le sue intemerate...).

Ci si inventa un Generale Soleimani "a capo dell'offensiva" (quando non era nemmeno nel paese, era in Iran al capezzale del padre malato e purtroppo spentosi proprio di recente).

I podisti peshmerga (che noi chiamiamo affettuosamente 'peshMERDA') fuggiti a centinaia abbandonando ogni tipo di arma, nel sogno pubblicato online vengono fatti 'resistere' ma 'muoiono a centinaia' e persino 'sono stati decapitati dagli sciiti'.

Insomma, un guazzabuglio di bugie infami, scritte in maniera raffazzonata, senza neppure uno straccio di prova.

Il problema é che qualche 'webete' che ci crederà la signora (o signorina) Biffo, lo troverà.

Per questo dobbiamo sempre tenere alta la guardia e denunciare simili imposture quando sfortunatamente ne incontriamo.


11 commenti:

  1. Non so nemmeno quanti ringraziamenti dovrei farti per aver smentito in poche righe l'articolaccio di quella pattumiera di Caratteri Liberi. Mai visto un sito internet a cui è dedicata tanta disinformazione Anti-Iraniana(nemmeno su NoPasdaran2 ci sono scritte tanto cazzate contro la Repubblica Islamica), addirittura sono dedicati articoli dediti all'Hitlerrizzazione del nemico quali "Iran diritto al nucleare ed all'Antisemitismo" ignorando moltissime evidenze per passare la propaganda, come è solito fare. Se è possibile fornirmi i tuoi contatti privati tramite Gmail o Whatsapp?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condividi questo articolo e sarà più che abbastanza!

      Elimina
  2. Prima venego citato io http://www.esquire.com/it/news/politica/a13068397/corea-del-nord-male-associazioni/ e poi l'amico Simone Malia....
    Peccato che il quotidiano che ha citato me sia parecchio meno serio dell'ottimo Palestina Felix...
    Vi segnalo a mia volte un articolo che vorrebbe smontare la tesi di Paolo Barnard "Come asfaltare chi difende Israele"
    http://zweilawyer.com/2015/05/18/risposta-al-volumetto-come-asfaltare-chi-difende-israele-parte-1/
    Ci tengo ad affermare che che tale articolo mi è stato segnalato dal nostro amico Simone Malia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sito che linki é la più preclara dimostrazione che la mamma degl'imbecilli sia perennemente gravida...

      Elimina
    2. Marco, è un piacere vederti qua su Palaestinafelix. A dire la verità di articoli propagandistici ridicoli ne è pieno l'outlet propagandistico Sionista l'Informale, addirittura fu dedicato un'articolo Anti-Hezbollah nel quale si parlava di presunti patti fra Hezbollah e i Jihadisti Takfiri Al-Nusra per combattere Israele o qualcosa del genere. Resta il fatto che man mano che la nostra popolarità cresce, di conseguenza lo status quo manderà avanti di tutto pur di fermare la crescita di seri outlet informatici Anti-Sistema e schierati contro il Sionismo Internazionale.

      Elimina
    3. Mi fa moltissimo piacere vedere miei lettori che si incontrano e "fanno sistema"...vi rinnovo sempre l'invito, ogni volta che vi é possibile, specie nei giorni di festa, a linkare, condividere e dare visibilità alle news di PALAESTINA FELIX, su Facebook e su ogni piattaforma social che vi capiti di usare.
      Cliccate e aprite tutti i link che appaiono nelle pagine, in maniera da sfruttare ogni risorsa che col mio tempo e il mio impegno metto a vostra disposizione e per dimostrarmi il vostro sostegno e la vostra attenzione!

      :-D

      Elimina
    4. http://www.francolondei.it/scemi-del-villaggio-crescono-suleiman-kahani-esilaranti-allucinazioni/
      Ah, nazistello, ti hanno sgamato!
      Dobbiamo fare un trio, i due nazisti antisemiti Malia e Kahani e il propagandista nordcoreano Escarotico (anch'esso anisemita dato che ribadisce ogni due video di essere antisioniosta ed appoggia i terroristi Assad, Iran ed Hezbollah...)

      Elimina
    5. Franco Londei è un poverino...basta vedere la sua foto genialmente pubblicata qui per capirlo...

      Elimina
    6. Hehehe, talmente "nazi" che tra un par di settimane incontrerò dei rabbini! ;-)))))

      Elimina
  3. Sono appena venuto a conoscenza di questo nuovo sito perché un suo articolo è raccolto nella rassegna stampa cristiano-sionista "Notizie su Israele”, che seguo in ragione di uno studio scientifico in corso sul cristiano sionismo, assai diffuso e influente negli Usa, ma del tutto marginale in Italia... Ho poi lasciato dei commenti su questa testata che non conoscevo... Sono in attesa di approvazione, ma dubito che passeranno... Ricordo che anni addietro era stata diffusa la notizia del reclutamento da parte delle ambasciate israeliane in Europa di migliaia di blogger e giornalisti per diffondere notizie come quelle di cui si parla... Che queste persone esistano, è indubitabile... Chi siano con nome e cognome non è dato saperlo... Li si può riconoscere però, almeno nei casi più evidenti, da ciò che scrivono o ciò che fanno... Infine: sono pericolosi, in quanto delatori, e non sono da sottovalutare.

    RispondiElimina
  4. Ma perché, perchè siete così irrispettosi e crudeli, in fondo, visti i tempi, non vorrete mica che il/la "giornalista" perda il lavoretto. Certo, perlare di informazione, leggendo (come chiamarlo articolo?) è dura, ma è chiaro che l'unico vero lavoro che fanno questi individui è spargere m.rda col ventilatore, ed il loro valore, si quantifica in mq. Certo è che un giorno potrebbero sbagliarsi, e m.rda per m.rda, che sia fuori o che sia dentro, corrono il rischio di infilarci la testa, se ci fosse un calo di materiale. A tal proposito, per rimanere in tema, leggete "il pezzo" sul fato quotidiano "Russiagate, la “fabbrica dei troll” raccontata da chi ci ha lavorato: l’inchiesta di FqMillenniuM", ma sopratutto leggete i commenti, alcuni sono da caduta di testicoli.

    Mondo cane...

    RispondiElimina