mercoledì 19 dicembre 2018

Sembra ormai confermato, a ogni livello, il prossimo ritiro delle forze Usa dal Nord-Est della Siria!


Mercoledì, il principale portavoce del Dipartimento della Difesa americano, Dana White, ha confermato il prossimo ritiro delle forze Usa nel Nord-Est della Siria.

"La Coalizione ha liberato il territorio detenuto dall'ISIS, ma la campagna contro l'ISIS non è finita: abbiamo avviato il processo di rimpatrio delle truppe americane dalla Siria mentre passiamo alla fase successiva della campagna", ha osservato.

"Per motivi di protezione delle forze e sicurezza operativa non forniremo ulteriori dettagli. Continueremo a lavorare con i nostri partner e alleati per sconfiggere ISIS ovunque esso operi", ha concluso il portavoce.

In precedenza, la Segretaria della Casa Bianca Sarah Sanders ha annunciato che gli Stati Uniti hanno iniziato a ritirare le proprie truppe dalla Siria. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato su Twitter che gli Stati Uniti hanno sconfitto l'ISIS in Siria, che è l'unica ragione per cui le truppe statunitensi sono presenti. Gli Stati Uniti puntano a far uscire tutte le truppe dal territorio della Siria entro i prossimi 60-100 giorni, riporta l'agenzia di stampa Reuters.

14 commenti:

  1. Osso troppo duro per gli ammarracani.
    Mangiare merda commestibile è una cosa, digerire un simile osso è un altra.

    RispondiElimina
  2. La Casa Bianca ha dichiarato che il ritiro è già in corso, probabilemte si sono voluti evitare la prossima offensiva contro i loro amichetti pisciamerda da parte di erdokahn il furioso, sicuramente toccherà al SAA evitare il massacro, pare che ci siano movimenti di truppe Syriane verso la zona di nord-est, comunque è una gran bella notizia.

    RispondiElimina
  3. A chi lasceranno le loro basi? Ai turchi?

    RispondiElimina
  4. Ah! Ah! Ah!
    Gli statunitensi hanno sconfitto l'ISIS!
    Magnifico! Bravi!

    Mica come Putin e Assad che per tre anni si sono solamente grattati i coglioni, vero?

    Viva gli USA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah viva gli USA!!! Riescono a vincere anche se il Pentagono ha affermato che nel 2017 in Iraq hanno "Perso/smarrito" armi per un valore di un MILIARDO.
      Eppure in Afghanistan dopo averne speso più di 5 miliardi in aria condizionata non hanno ancora vinto ...

      Elimina
  5. Beh, comunque fa bene Kahani a pubblicare gli interventi del babbeo: così, tra una notizia e l'altra, ci facciamo due risate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti. voglio vedere fin dove arriva ll stadio di allucinazione di questo individuo... però fa ridere

      Elimina
  6. Tutto ciò che gli americani annunciano è menzogna. L'infiltrazione continuerà sotto altra forma.
    Non si può escludere che gli eccezionali facciano finta di andarsene in previsione di un attacco sionista, dato che Putin (stando a Elija Magnier, riportato da Blondet)ha comunicato ai capi della soldataglia della Israeli Offensive Force di aver cambiato le regole di ingaggio nei confronti delle operazioni sionaziste. I siriani possono ora rispondere alle provocazioni dell'esercito più morale del mondo colpendo direttamente la "terra promessa", dato che in tutte le postazioni dell'esercito siriano sono presenti militari russi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al Tanf rientra nel piano di sgombero, possibile che te le debbano dire tutte?

      Elimina
    2. No, dai, non "sparire". Come faremo senza le tue spassose amenità?

      Elimina
  7. Tu vivi di questo blog20 dicembre 2018 11:54

    Non potrai mai sparire, altrimenti rinunceresti al misero scopo della tua vita, ossia essere ossessionato da questo sito e venire qui per sfogarti.

    RispondiElimina
  8. Chi è che ha liberato Iraq dall'ISIS ??!!???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I padroni di casa, nonostante il giogo americano, che facevano il bello e cattivo tempo, aiutando a volte quelle bestie create da loro.

      Elimina
  9. hanno la faccia come il culo 🤣😂🤣😂🤣😂: ABBIAMO SCONFITTO L'ISIS 🤣🤣🤣😂🤣 Che occidente squallido!

    RispondiElimina