domenica 18 giugno 2017

Ritrovati i dispersi del "Fitzgerald",tutti deceduti, erano rimasti intrappolati nel ponte isolato dall'impatto!

Ha una conclusione la triste storia dell'USS Firtzgerald, il Cacciatorpediniere lanciamissili classe "Arleigh Burke" che ha impattato contro una portacontainer filippina nel Mar del Giappone.

Malamente ridotto dallo scontro, con un parziale allagamento di vari settori che ne ha compromesso assetto e velocità, l'unità della US Navy é stata trainata al sicuro nel porto nipponico di Yokosuka da un nugolo di rimorchiatori, come si vede dalla foto d'apertura.



Una volta gettata l'ancora, é stato anche risolto il caso dei sette marinai dispersi, che si presumevano morti e caduti in mare in seguito allo scontro.

I sette, ormai cadaveri, sono stati trovati in diverse zone del ponte dell'unità che era rimasto inaccessibile in seguito ai danni riportati nello speronamento.

Nonostante tutte le distanze politiche e ideologiche che ci separano dalla piratesca marina da guerra americana e da quanti (per disparati motivi) servono nei suoi ranghi, invitiamo i nostri lettori a rendere silenzioso omaggio a quei morti secondo la consuetudine latina della 'pietas'.

Almeno i loro congiunti avranno una salma da mettere nella bara e da piangere.

6 commenti:

  1. Signor Kahani, Lei è un Signore!

    RispondiElimina
  2. ma chi era il comandante di quella nave schettino ? che cialtrone, da fucilare subito..

    RispondiElimina
  3. Verrà aggiustata e rinominata in "Autodestroyer"

    RispondiElimina
  4. Troppo gentile, ma è una persona tutta d'un pezzo.

    RispondiElimina
  5. Ricorda la barzelletta (o fatto vero?) della nave yankee che intima al guardiano di un faro di "spostarsi dalla rotta" della Flotta

    RispondiElimina