martedì 9 febbraio 2016

I terroristi di Idlib minacciano chi rifornisce Fouaa a Kafraya: Frau Merkel che ne dice? "Inorridisce" o no??

Frau Merkel, andata in Turchia a stringere senza ribrezzo le mani di Erdogan e Davutoglu, due dei più grandi fomentatori, facilitatori e finanziatori del terrorismo takfiro in terra siriana, ha affermato senza tradire vergogna alcuna di sentirsi “inorridire” di fronte a “alle sofferenze umane di migliaia di persone per i bombardamenti aerei e anche per gli attacchi che provengono dalla parte russa”.

Gongolando per le affermazioni dell’ospite, il suo anfitrione Davutoglu ha aggiunto che “Aleppo è di fatto sotto assedio”, anche lui esprimendo caldi sentimenti di solidarietà per gli scannatori islamisti di varie sigle (da Al Nusra -Al-Qaeda in Siria-, ad Ahrar Sham, da Nour al-Din al-Zinki a Jaysh Mujahedeen e oltre) che, dopo aver loro assediato i quartieri storici di Aleppo per tre anni, infliggendo anche danni al patrimonio storico e archeologico di una delle città più antiche del mondo, rischiano ora di dover pagare per i loro crimini.

Ma se si vuol ragionare di “Assedi in Siria” si potrebbe anche menzionare quello durato oltre tre anni delle due cittadine sciite di Zahraa e Nubbul, proprio a Nord-Ovest di Aleppo, interrotto pochi giorni fa dalle forze combinate dell’Esercito Siriano, dei combattenti libanesi di Hezbollah e dalle milizie volontarie sciite irakene inquadrate e guidate dagli ufficiali dell’IRGC iraniana.

Non si è trattato di nulla di piccolo o breve: l’arrivo dei soccorsi governativi e alleati ha liberato dalla paura di un incombente sterminio circa 135.000 civili che hanno retto a continui assalti dei tagliagole takfiri per più di quanto abbiano resistito alle cannonate naziste i difensori di Leningrado, città-eroe della Grande Guerra Patriottica.

Ma gli sciiti, evidentemente, non fanno traboccare il cuore di Frau Merkel di tiepidi sentimenti umanitari, meno che mai quello di Erdogan o di Davutoglu, alfieri del più bigotto settarismo col quale giustificano la loro politica di aggressione e ostilità contro Iran, Hezbollah, contro la Siria pluralista e tollerante, contro l’Irak (a sua volta contraddistinto da una maggioranza sciita).

Poco più addentro alla Provincia di Idlib, che ancora giace sotto il tallone takfiro, altre due cittadine sciite resistono eroicamente, difese da veterani induriti e rotti a tutto, sporadicamente rifornite da aviolanci, da elicotteri o da carovane terrestri che tra piste e sentieri secondari approfittano dell’impossibilità dei terroristi di presidiare ogni via di comunicazione per portare beni di primissima necessità alle comunità circondate.

La fotografia qui riportata mostra un recentissimo comunicato del cosiddetto ‘Jaysh Fateh’ (Esercito della Conquista), l’organizzazione estremista che riunisce Al Nusra, Ahrar Sham e altre sigle takfire minori nella Provincia di Idlib, con il quale si dichiara che coloro che verranno sorpresi a portare rifornimenti e beni alle suddette cittadine di Fouaa e Kafraya saranno messi immediatamente a morte.

Chi scrive però ha l’idea (chiamatelo cinico) che tale annuncio non avrà l’onore delle prime pagine sulle testate che hanno invece rimandato a caratteri cubitali “l’orrore” provato da Dama Merkel e rimarrà invece in evidenza solo tra quei pochi benemeriti outlet (tra cui questo) che negli ultimi anni si sono affannati a dare una visione realistica dell’aggressione in atto contro la Siria e più in generale contro l’Asse della Resistenza Teheran-Bagdad-Damasco-Hezbollah.

27 commenti:

  1. La crucca bastarda euronazista che fa comunella con i boia ottomani: un clima da 1° guerra mondiale?

    RispondiElimina
  2. La merkel sarà sotto qualche ricatto da parte del governo turco visto come si "spende"in loro favore

    RispondiElimina
  3. Incredibile il fatto che la balena culona dopo aver implorato un "maggiore impegno per aiutare l Ucraina" sia andata a piangere a casa delle chiaviche ottomane
    Lex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. due pesi .. due misure..

      Elimina
  4. La scrofa tedesca è così nell'Harem di Erdogan.
    Berlusca aveva ragione esteticamente, ma torto politicamente: la kulona è molto kiavabile, anzi è proprio strakiavata.
    Una meritatissima fine ingloriosa per una grossa vigliacca.

    RispondiElimina
  5. Aveva ragione il mio povero papà, i tedeschi bisogna guardarli attraverso l'ottica di un mirino, unica differenza Lui aveva un ottimo Moisin-Nagant "tre linee" ad azione singola ora esiste un ottimo Dragunov semi automatico ma la munizione è la stessa Buon Dio! Come sono conservatori i Russi con il loro 7,62x54R! Ora c'è anche una serie "7" nel calibro maggiormente precisa.
    La Merkel è ricattata dagli americani per i suoi trascorsi come agente della Stasi, ciò non toglie che sia una schifosissima troia ed i tedeschi prima se ne liberano meglio è.
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
  6. Perché Vladimiro non manda 100.000 soldati e si chide sta faccenda della siria... francamente sentire che la rabbia-saudita vorrebbe mandare il suo esercito di beduini assieme ai turchi kebbabbari e quatarioti mi fa sorridere.. Putin... hai o non hai 11.000 testate??? manda sti cazzo di soldati e chiudiamo il discorso.. I Neocon di merda devono capire che appena fanno una mossa riceveranno migliaia di caramelle all'idorgeno nel culo... con buona pace di tutti... Per chi non lo avesse capito, la terza guerra mondiale è già iniziata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. urlerebbero tutti all'invasione russa e cosi si finirebbe come in Afghanistan. Stanno facendo un ottimo lavoro i siriani e Co. perchè rubargli la soddisfazione?

      Elimina
  7. A me in Siria sembrano sprecati ed i Soldati Russi sono Pregiatissimi, dovendo attaccare tanto varrebbe fottergli Istambul dal lato Europeo, tanto gli occidentali strillerebbero lo stesso, vorrei proprio vedere chi avrebbe il coraggio di metterci il naso, e magari "en passant" buttare i porconi fuori da Cipro abitanti turchi compresi.
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
    Risposte
    1. be, se si configura uno scontro aperto tra Turchia e Russia, sarebbe la volta buona di sloggiare questi kebabbari da Bisanzio una volta per tutte, riconsegnandola alla legittima proprietaria, Una Grecia libera sotto la protezione della Sanda Madre Russia

      Elimina
  8. Ogn volta che penso alla situazione di Damasco e Aleppo, solo per citare le più grandi, città cosi ricche di storia in mano ai barbari, mi piange il cuore e mi cresce l'odio per gli anglo-nazi-sionisti, mi cresce a tal punto che è meglio che mi fermi qui.

    RispondiElimina
  9. Questa spazzatura della sedicente Unione europea deve finire al più presto e, con essa, devono finire nel cesso tutti 'sti parassiti da quattro soldi che usurpano il potere nelle nazioni europee. Comunque, il compito più importante e primario -perchè questa immondizia umana venga spazzata via- è di ogni singolo nazionalista e di ogni anti-massonico. Perchè la svolta ci sarà solo se i nazionalisti si manterranno integri nella fede superiore (come non è stato nel passato e le catastrofi satanico-giudaiche si sono abbattute su di noi).

    RispondiElimina
  10. Medel. Pessima figura ipocrita e viscida della peggiore specie. Rimanferai queste sporche parole. Verrà il tempo della rivincita. Siria libera!

    RispondiElimina
  11. Medel. Pessima figura ipocrita e viscida della peggiore specie. Rimanferai queste sporche parole. Verrà il tempo della rivincita. Siria libera!

    RispondiElimina
  12. e tempo che l'occhio onnisciente se lo mettano nel culo .... questi porci maledetti. Auguro a questi servi bastardi di tornare presto nelle mani del loro legittimo proprietario, Satana. Adesso è inorridita....
    NON ERI INORRIDITA QUANDO I TUOI CARI TERRORISTI DECAPITAVANO VECCHI, DONNE, BAMBINI, SOLDATI GOVERNATIVI SCONFITTI.....
    NON ERI INORRIDITA QUANDO LA CITTA' DI NUBUL è STATA CIRCONDATA PER Più DI TRE ANNI???
    CHE DIO TI MALEDICA... TANTO SARA' LO STESSO POPOLO TEDESCO CHE TU ASSIEME AI BUROCRATI EUROSATANISTI AVETE TRADITO A FARVI LA FESTA.
    VIVA ASSAD, VIVA IL MONDO LIBERO.

    RispondiElimina
  13. http://www.almasdarnews.com/article/kurdish-forces-approach-strategic-airbase-in-northern-aleppo/ quando si muovono loro ai takfiri non resta che dire mamma li curdi!

    RispondiElimina
  14. Noi europei facciamo schifo a farci rappresentare da questi elementi

    RispondiElimina
  15. La piagnona è lì a porre le basi per l'elargizione di nuovi fondi alla turchia. Quelli ci spolperanno fino all'osso.

    RispondiElimina
  16. Minchia ma se l'Europa è questa siamo messi veramente male, roba da preoccuparsi seriamente.
    Hanno appena passato la notizia che è stato bombardato un ospedale di MSF in Siria e poichè stranamente non hanno ancora dato la colpa alla Russia o ai "barili bomba" di Assad (mi piscio dalle risate quando sento sta cazzata dei barili bomba) rimane un ultimo indiziato, visti i precedenti (Afghanistan), non ci dovrebbero essere dubbi!
    marte

    RispondiElimina
  17. Ciao, segnalo un documento con la trascrizione dell'ultimo summit EU-Turchia (vedere fondo dell'articolo linkato)

    La dice lunga sui rapporti EU-Turchia (in Inglese)

    RispondiElimina
  18. Ma guarda se tocca sentire ogni volta sta culona mangiatrice di wurstel compulsiva.... ma andasse a prendere un po di wurstel da queste risorse nordafricane che tanto ama così si leva dai maroni. La popolazione tedesca ringrazierebbe..
    Alla Germania ricordo che il buon Bismark, che di politica estera un po' ne capiva, a differenza di questi massoni patentati afferenti alle varie associazioni filantropiche tipo gruppo Kalergi, b'nai-b'rith, Open Society (Di quell'altro filantropo e buontempone di Soros, per gli amici Gyorgy Schwarz), in funzione di contenimento dell'asse tra massoni e diversamente cattolici .... aveva capito che l'alleato naturale della Germania era l'Impero Russo. Esso infatti era complementare al potenziale industriale dell'Impero Tedesco. Poi, morto Bismark, s'è visto come è finita la nazione tedesca, ridotta a fare da serva al potere anglo americano, comandato ai loro vertici dai diversamente cattolici...)
    Spero solo che il popolo tedesco si liberi da questa schiavitù mondialista a cui deve sottostare da un settantennio e abbracci i suoi naturali alleati Russi.

    RispondiElimina
  19. La SANTA MADRE RUSSIA DOVREBBE IN ORDINE:
    1- uscire dall'ignobile trattato START, sottoscritto dal traditore massone Gorbaciov, che ha venduto la Russia.
    2- assurgere a garante del diritto internazionale sottoscrivendo una alleanza politico militare con tutti gli stati facenti parte dei paesi in via di sviluppo od emergenti.
    3- rendersi autarchica ed indipendente in materia di approvvigionamenti alimentari (La Russia da quest'anno è tornata ad essere ufficialmente il primo produttore di Grano e cereali al Mondo)
    4- Dare massima importanza al comparto nucleare, missilistico, portando avanti la riforma del proprio esercito seguendo la logica della velocità di dispiegamento e dell'agilità delle sue truppe.
    4- potenziare la sua partnership con la Cina, l'India e l'Iran e portare dalla sua anche il Giappone, che diventerebbe all'occorrenza un Hub per l'alta tecnologia (sostituendo pienamente la Krukkonia)
    5- Rendere la triade nucleare l'asse portante della propria politica estera.
    - Fatto questo, spostato il suo interesse geopolitico ad oriente, dovrebbe solo mettersi tranquilla, sorseggiare un buon bicchiere di Vodka e fumarsi un buon Havana Cohiba ed aspettare l'implosione dell'Europa che, questione di tempo, sarà ridotta ad una cozzaglia di gente senza nulla in comune,senza una identità storica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con tutti i tuoi punti, ma ne aggiungo un altro.
      La Russia riscatterà l'intera Europa, e la salverà dall'essere quell'accozzaglia amorfa che si sta realmente diventando.
      La Russia non potrà fare diversamente: è circondata e sotto costante attacco, anche dall'interno. In particolare, la spregevole finanza internazionale che sta finendo con l'assoggettare l'Europa è comunque forte in Russia, dove esiste una sua V colonna che fa capo alla banca centrale. Attraverso il calo del prezzo del petrolio, questa V colonna è in grado di intaccare il rublo, e quindi la prosperità della nazione russa. Prima o poi, lo scontro frontale ci sarà, e la Russia sarò obbligata a rispondere. Facendolo, appunto, riscatterà l'Europa.

      Elimina
    2. sarebbe giusto una bella nazionalizzazione della banca centrale stile Cina ed Iran due dei pochi paesi a non stare sotto la cappella dei Rot---caz

      Elimina
  20. A parte ogni altra considerazione, il puttanone recita male... non la piglierebbero nemmeno per uno spot gratuito.

    RispondiElimina