mercoledì 18 gennaio 2017

Lo avremmo già detto numerose volte ma...repetita iuvant!

Ma, ragazzi, no seriamente, TAKFIRI MORTI NE ABBIAMO?

Ma lo "Zoo di 105" che fa segretamente (nemmeno tanto segretamente) il tifo per i takfiri, deve spiegarci, ESATTAMENTE l'ISIS come avrebbe intenzione di "conquistare" Deir Ezzour?


Forse, penso io modestamente, vogliono limitare la mobilità dei parà e delle guardie repubblicane siriane stendendo intorno a loro uno spesso ed uniforme tappeto di cadaveri?

No perché in quel caso, dai e dai, potrebbero QUASI avere successo!

11 commenti:

  1. Guardano questi ceffi mi viene in mente il film Totò Sceicco in cui Totò, invitato a passare in rivista le truppe ribelli, dice: ma queli ribelli ! al nassimo sono ribrutti !

    RispondiElimina
  2. L'ISIS ovviamente per prendere Deir Ezzhour sta sacrificando migliaia di uomini. Un po'come fece Al-Nusra ad Aleppo che ne sacrificò 12000 alla fine del 2016, fallendo l'obiettivo di aprire un varco nell'assedio alla città. Ora è chiaro che l'aeroporto non lo ha conquistato ed esso è ancora operativo. Il contrattacco siriano qualche successo lo ha ottenuto, ma la morsa takfira non rallenta e nei giorni a venire presumo lancerà altri imponenti assalti per prendere la fortezza, con previste immani perdite che si appresta a subire. Ma ritengo che alla lunga le forze siriane e le forze alleate non possono rinforzare adeguatamente la piazzaforte come potevano farlo d Aleppo dove la continuità territoriale era preservato. A Deir Ezzhour questo non c'è essendo la città a non meno di 220 km dalle forze siriane più vicine. Ecco la debolezza e il madornale errore degli alti comandi siriani che non hanno mai voluto capire che andavano ritirate le forze di stanza li. Quindi vedremo coraggiose vittorie tattiche siriane, ma il numero alla fine prevarrà. Dottor Kahani sempre il solito motto: Amico Plato, magis amico veritate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. ORAZIO........chiudi il becco per favore. Tu con quale titolo hai per scrivere certe cose? Sei un alto ufficiale del ministero della Difesa siriana?

    Mi sembra che sei solo un sionista o al massimo un servo di Israele.


    RispondiElimina
  4. Per fortuna non so neppure chi cazzo sono questi dello zoo centocinque (cos'è il numero civico della gabbia?)
    Certo che non fa onore fare il tifo per la spazzatura putrescente takfira indifferenziata.
    marte

    RispondiElimina
  5. Lascia perdere il Latino...
    Amicus Plato, sed magis amica veritas.

    E lascia perdere i tuoi "presumo" ed i "ritengo".
    Gli avvenimenti che si susseguono, dimostrano che gli "alti comandi siriani" sono perfettamente in grado di sostenere una guerra contro "il numero" cui ti riferisci.

    RispondiElimina
  6. Premesso che non tutti i pessimisti sono dei doppiogiochisti, vorrei far presente che ci sono rinforzi in arrivo, e che gli aerei russi e siriani sono operativi. Poi anche io tendo ad essere prudente prima del sospiro di sollievo definitivo.

    RispondiElimina
  7. Orazio,non sono daccordo,sono 4 anni che Deir Ezzour tiene,ha truppe scelte e la difesa e' predisposta,non e' la situazione di Palmira,la quantita' di takfiri che vi e' anchiodata e' molto superiore all'equivalente siriano;certo e' in situazione critica,ma anche se i rinforzi arrivano
    con il contagocce sono convinto che ci sia un calcolo strategico e la consapevolezza dei comandi su cosa possono fare gli attaccanti e cosa le difese,ripeto non e' Palmira,ed il peggio per la Siria e'dietro le spalle anche se tanto sangue andra'ancora versato.

    RispondiElimina
  8. Alex, la ringrazio di non insultarmi. Anch'io sono convinto che il peggio è alle spalle, ma Deir Ezzhour sta prosciugando risorse che sarebbero meglio impiegate altrove. Per me c'è un coordinamento strategico tra Al-Nusrae l'ISIS. Chi comanda le forze terroristiche ha ben chiaro una cosa che attingendo a milioni di musulmani folli non ha limiti di forze. Quindi non si fermerà mai e dai e dai presto o tardi sfonderà in quella ridotta di coraggiosi, ma con poche speranze di farcela.

    RispondiElimina
  9. Il Generale Mohammad Khaddour ha visitato Deir Ezzor ed ha preso visione della situazione, dopo di che ha fatto ritorno al quartier generale del SAA, sicuramente hanno le idee chiare sul come procedere, ad Orazio vorrei dire che ostinarsi a dire cosa avrebbero dovuto fare i comandi Syriani riguardo Deir Ezzor sia presuntuoso, il SAA conosceva negli anni passati l'importanza strategica e non l'ha mai abbandonata e hanno anche ben chiaro che l'isis farebbe una mattanza dei 120.000 civili residenti a cui non ha mai fatto mancare il supporto, anche nei momenti più duri, mi viene facile pensare che il SAA con i Russi, gli Iraniani e Hetzbollah sappiano cosa fare al riguardo, comunque il distaccamento a difesa della città non è mai stato più di tanto impegnativo come uomini, data la posizione ottimale, cioè non stanno prosciugando un bel niente, non più di quanto accade in molte altre località, per di più Deir Ezzor è stato in questi anni uno dei punti dove i wahabiti pedofili e puzzolenti hanno subito più perdite, loro sì che si stanno prosciugando davvero.
    P.S.
    al-qaeda, isis e compagnia cantante sono solo nomi diversi della stessa brigata internazionale messa in campo dall'occidente e dai paesi del golfo per balcanizzare il medio oriente, è scontato che vi sia coordinamento tra le varie sigle, tale coordinamento si svolge nelle basi nato, come è stato dimostrato dai ritrovamenti di materiale atto a tale uso in Aleppo Est.

    RispondiElimina
  10. Bisognerebbe saturare la zona attorno a Deir con mine antipersonali ed anticarro lanciate dall'aviazione o dall'artiglieria...

    RispondiElimina